L'on. Carlo Fatuzzo torna in TV con Sportello Pensioni sul Digitale Terrestre!


Il VENERDI su Lombardia TV (canale 99) dalle 20.30 alle 21.30 e in REPLICA il SABATO alle 18. E’ possibile seguire la DIRETTA in STREAMING su Lombardia TV

Dal 29 settembre 2014 il LUNEDI dalle 19:30 alle 20:30 su Canale Italia 3 (canale 154 del digitale terrestre) in REPLICA su Canale Italia 161 la DOMENICA dalle 9 alle 10.



martedì 20 gennaio 2015

DICHIARATA INAMMISSIBILE LA RICHIESTA DI REFERENDUM SULLA RIFORMA FORNERO DELLE PENSIONI. FATUZZO (PP), ANCORA UNA DELUSIONE PER I PENSIONATI.

Il Partito Pensionati  è sbigottito  per la dichiarazione di inammissibilità, da parte della Corte Costituzionale, della  richiesta di referendum relativo all’articolo 24 (Disposizioni in materia pensionistica) della cosiddetta “Legge Fornero”  - così ha dichiarato il segretario nazionale del Partito Pensionati, Carlo Fatuzzo. Il Partito Pensionato, pur avendo il massimo rispetto per  la Corte Costituzionale, i suoi giudici e le sue sentenze,  ritiene che la bocciatura del referendum sulla riforma Fornero delle pensioni, sia una  profonda delusione per i tanti pensionati, pesantemente colpiti da una riforma  che ritengono iniqua e  penalizzante.

lunedì 19 gennaio 2015

Famiglia Pensionati - 9 Pensionati su 10 - puntata del 2 gennaio 2015 con Carlo Fatuzzo e Enrico Musiani #pensionatisveglia

RICHIEDENTI ASILO. UN IMPEGNO SPROPOSITATO PER GORIZIA.

La politica delle braccia aperte, nei confronti  di migranti o clandestini, che provengono da ogni parte del mondo, con meta l’Italia, sta creando seri problemi al nostro Paese. Oramai, il tam tam, fra i tantissimi che, dalle coste della Libia, dai confini del nord-est  o da altre realtà, attendono di raggiungere l’Europa, si punta  ad approdare in un Paese ben determinato della presunta ricca ed opulenta Europa: l’Italia. Il nostro Paese, nell’immaginario  di tanti  che sognano  lo “sbarco”  è il più disponibile, il più accogliente, il più tollerante – così ha dichiarato Alessandro Vascotto, segretario regionale FVG del Partito Pensionati  -  Ora, la realtà è sotto gli occhi di tutti :  ne abbiamo accolti  troppi .L’Italia  è alle prese con problemi drammatici – ha continuato Vascotto - con una disoccupazione alle stelle, con una  economia  che non da seri segni di ripresa, la fascia  di indigenza e di povertà, è aumentata a dismisura  e sono sempre di più i cittadini che bussano alla porta dei Comuni in cerca di un sostegno, di un aiuto.  Il Governo non trova di meglio che scaricare sui Comuni il problema dei migranti, quote significative vengono assegnate  ai vari Comuni che, non ce la fanno oramai più  a  sostenere il peso di una presenza che diventa sempre più fonte di problemi, non solo economici.  Gorizia è stata investita appieno da questo problema. Una piccola città, chiamata a fare uno sforzo enorme, proprio  per quanto concerne l’accoglienza di profughi o presunti tali. Il Sindaco,attaccato da più parti, sta solo sottolineando  un qualcosa che è chiaro ed evidente: Gorizia non  è in grado di accogliere un numero spropositato di richiedenti asilo, di accollarsi, in sintesi, il fardello più pesante dell’emergenza  migranti. E’ semplicemente assurdo pensare – ha continuato l’esponente del Partito Pensionati -  che una piccola città, come Gorizia, possa   sostenere il peso di un elevato numero di  richiedenti asilo in regione. Ha pienamente ragione il Sindaco Romoli, nel sottolineare che Gorizia può accogliere,  al massimo, una sessantina di profughi, mentre, giustamente, tutti gli altri, dovrebbero essere  ospitarti  in altre parti del territorio regionale. Il Partito Pensionati ritiene che   non si possa chiedere a Gorizia ed alla sua provincia – ha concluso Vascotto - sul fronte dei migranti,  uno sforzo, un impegno che   non sono in grado di sostenere.  Gorizia ha conosciuto  i bivacchi  ed i rifugi di fortuna, diurni e notturni, di migranti, nei vari parchi, cittadini  e questo spettacolo non deve più riproporsi quindi, è giusto che non si  impongano  a Gorizia  ed all’intero territorio provinciale, obblighi  che non sono chiaramente  in grado di mantenere.

L’addetto Stampa
Domenico  MARTURANO)

martedì 23 dicembre 2014

La Vigilia con Carlo Fatuzzo e Roberto Poletti su TeleLombardia!



Domani, mercoledì 24 dicembre, dalle ore 20:30 alle 22:00, l'on. Carlo Fatuzzo sarà in ospite di Roberto Poletti su TeleLombardia. La trasmissione sarà disponibile anche in diretta su internet all'indirizzo http://www.intelligo.tv/
Approfittiamo dell'occasione per porgere a voi tutti i migliori auguri di buon Natale e felice anno nuovo.
La Segreteria.


Buone Feste dal Partito Pensionati!

martedì 16 dicembre 2014

SI ACCENTUA LA CRISI DEL PAESE. TROPPI SACRIFICI PER GLI ITALIANI.

Diminuisce  la produzione industriale di ben il 3 %, il semestre di Presidenza della Commissione europea, sembra non aver lasciato traccia, si continuano a perdere posti di lavoro, aumentano gli sfatti, cresce la povertà estrema, aumenta la paura  per il  futuro. A pagare, pesantemente questa crisi, sono, come sempre, i soggetti più deboli, come i pensionati, i lavoratori, i giovani – così ha dichiarato il segretario nazionale del Partito Pensionati, Carlo Fatuzzo - Un  Paese che sembra ripiegato su se stesso,  con un quadro politico incerto,  e la maggioranza, pur in presenza di una opposizione debole, a tratti,  scarsamente presente,  che   sembra non in grado  di agire con decisione, per la realizzazione delle necessarie riforme. Una burocrazia asfissiante,  un sistema bancario - ha continuato Fatuzzo - che non è elemento propulsivo  di una spinta verso un effettivo risanamento economico  e di una maggiore coesione sociale, con mirati interventi a sostegno della piccola e media  impresa, una tassazione  pesantissima, che non attira investitori e  che induce troppe aziende italiane, a trasferirsi all’estero. L’incertezza politica, la continua riproposizione della possibilità di  nuove elezioni, creano incertezza e sostanziale debolezza ed allora,  che si vada al voto, perché il Paese, ha bisogno di certezze. Il Partito Pensionati ritiene  non più rinviabile  un dimezzamento  delle tasse, di tutti i tipi, che è  l’unica strada percorribile, per  sperare nella ripresa del nostro Paese.  La situazione economica e sociale dell’Italia, è pesante, il Partito Pensionati spera non diventi drammatica. Si chiedono sempre nuovi sacrifici, ma quali altri  sacrifici si possono chiedere ad un pensionato  che già è costretto a rinunciare a tutto , ai milioni di senza lavoro, alla massa di giovani che  dopo anni di studio, con lauree o attestati professionali, sono costretti  ad andare all’estero. Quali sacrifici si possono chiedere ai troppi imprenditori  che hanno perso l’azienda, ai lavoratori rimasti disoccupati, ai tanti che  hanno perso la casa? Il Partito Pensionati ritiene che ne abbiano fatti già troppi.

L’addetto stampa
Luigi Ferone

venerdì 12 dicembre 2014

I PARTITI PENSIONATI NEL MONDO

La necessità di essere presenti, chiaramente, a viso aperto, nelle Istituzioni, per il popolo dei pensionati, è comune a tutti i Paesi del mondo ed a  scorrere l’elenco, molto interessante, sia pure parzialissimo, dei Partiti  Pensionati, presenti in tanti Paesi, c’è veramente da stupirsi. In alcuni Stati, come la Slovenia e la Serbia, il Partito Pensionati è presente massicciamente nelle istituzioni, a tutti i livelli, in Parlamento, al Governo, nei Comuni ecc. e, neanche  a dirlo, i diritti dei Pensionati, sono socrosantamente tutelati. Diamo uno sguardo parziale alla presenza  del PP , nei vari Paesi del globo:

AUSTRALIA .................. Grigio potenza

BOSNIA .......................... Partito  della Bosnia-Erzegovina

BRASILE ........................ Partito dei pensionati della Nazione

CROAZIA ....................... Partito Croato dei Pensionati

DANIMARCA ................. Pensionati attivi

GERMANIA .................... Pensionati e pensionate Partito

ITALIA ............................ Partito Pensionati

LUSSEMBURGO ............ Democratic Alternative Riformatori

PAESI BASSI .................. 50plus  / Union 55

NORVEGIA ..................... Partito Pensionati

SERBIA ............................ Partito Pensionati Unito di Serbia

UCRAINA ........................ Partito dei Pensionati di Ucraina, Partito di tutela dei pensionati Ucraina, Bloc del Partito Pensionati di Ucraina

REGNO UNITO ............... Partito Pensionati, Scottich Senior, Citizens Partito di Unità

SLOVENIA ....................... Partito democratico dei pensionati della Slovenia

SVEZIA ............................. Svedese Senior  Citizen

RUSSIA ............................. Partito Pensionati russi

ISRAELE ........................... Dor, Giustizia per gli anziani

Luigi FERONE
Gorizia, 11.12.2014

giovedì 11 dicembre 2014

BONUS 80 Euro. Fatuzzo (Partito Pensionati), il NO ai pensionati è un atto di palese ingiustizia.

Fonti di Palazzo Chigi, si sono affrettate a smentire la notizia pubblicata da alcuni organi di stampa, secondo cui  il  tanto pubblicizzato  bonus  degli “80 euro”, sarebbe stato esteso anche ai pensionati. La motivazione  di tale diniego, viene sintetizzata nel concetto, diventato un disco rotto: «bisogna rispettare i vincoli europei, – così ha dichiarato il segretario nazionale del Partito Pensionati, Carlo Fatuzzo - questo Governo, più di altri, sta colpendo duramente  i diritti e le speranze dei pensionati che, anno dopo anno, vedono sempre più  impoverirsi, le loro pensioni, sempre più misere, sempre più inadeguate. Basta, ora veramente BASTA!!! E’ semplicemente

martedì 9 dicembre 2014

Ancora un falso invalido. Fatuzzo (PP), un malcostume che va sradicato. Colpire i falsi invalidi e garantire gli invalidi veri.

Ancora un presunto caso di falso invalido. Questa volta il fatto riguarda un cittadino della provincia di Arezzo, riconosciuto invalido, per cecità totale, con l’attribuzione di una indennità di accompagnamento, sorpreso mentre faceva acquisti presso un supermercato ed effettuava le varie operazioni, secondo quanto sarebbe emerso dall'attività di pedinamento nei suoi confronti, senza l’ausilio e l’aiuto, di terzi. Casi di falsi invalidi sono, purtroppo frequenti, come pure sono frequenti i casi di parenti, in possesso di delega alla riscossione della pensione, firmata dal titolare, quando questo era in vita, che continuano a ritirare la pensione, anche dopo la morte del congiunto. Il segretario nazionale del Partito Pensionati, Carlo Fatuzzo, ha dichiarato: “ E’ tanto difficile oggi che un cittadino, con patologie fortemente invalidanti, riesca ad ottenere una pensione di invalidità o l’indennità di accompagnamento, dalle specifiche Commissioni che, generalmente, sono molto precise ed a volte severe, nell'applicare le norme, che sembra assurdo che possa esservi un numero consistenti da falsi invalidi e che, per di più, riescano a farla franca per decenni o non essere individuati affatto. Il Partito Pensionati chiede che il riconoscimento o il diniego di pensioni ed indennità legate alle varie tipologie di invalidità, siano valutate, oltre che dalla competente Commissione, anche da una seconda Commissione, in modo da combattere più efficacemente i “furbi” e rivedere le posizioni di quei cittadini, affetti anche da malattie invalidanti, che non sono riusciti ad ottenere il punteggio minimo previsto, per l’attribuzione di pensione o indennità.”
L’addetto Stampa
Luigi Ferone

TRAFFICO ANIMALI. Comelli (Partito Pensionati), una vergogna che va stroncata.

Necessarie pene severe.

La brillante operazione del personale del Corpo Forestale, vicino all’ex valico di S. Andrea, a Gorizia, che nel corso di controlli mirati a contrastare il traffico illecito di animali, hanno fermato un furgone,guidato da un allevatore campano, proveniente dall’Ungheria, con a bordo ben 340 cuccioli di cane, tutti di razze che sul mercato, hanno un valore economico rilevante, oltre ad alcuni gattini persiani.
Questi piccoli animali, stavano per essere trasportati in Campania, dov’è prevedibile, sarebbero stati illegalmente immessi sul mercato ed avrebbe consentito ai trafficanti, di realizzare un più che considerevole guadagno. Gorizia,per la sua posizione strategica,rispetto all’est Europa, è esposta a questo tipo di traffico e bene fa il Corpo Forestale, come altre Forze di Polizia, a contrastare questo, come altre attività illecite. I trafficanti, non hanno nessun rispetto per i piccoli animali che, tantissime volte, hanno poche settimane di vita,sono costretti a viaggiare in situazioni drammatiche, impossibilitati a muoversi, spesso senza bere o mangiare,per lunghe ore,percorrendo anche migliaia di chilometri. Il Partito Pensionati, ritiene che le pene, per questo tipo di reato, siano estremamente lievi e molto spesso, i trafficanti fermati, sono recidivi. E’ positivo, a 
giudizio del Partito Pensionati, che tanti cittadini chiedano di adottare uno di questi cagnolini, ma c’è da sperare che le tante richieste,non siano legate alle razze pregiate, di questi piccoli animali, ma all’amore verso questi cuccioli indifesi, che hanno già tanto sofferto e che hanno bisogno di cure ed affetto. La prossima inaugurazione, a Gorizia, del nuovo canile municipale consentirà di rispondere 
alla crescente necessità di ospitare animali e di contribuire alla cura, all’assistenza di tanti, troppi animali trascurati o abbandonati. Gli animali sanno essere amici dell’uomo, danno amore e, troppo spesso, vengono considerati un fastidio, quando si ammalano o cessano di essere un” giocattolo“. Si adotta un animale solo per amarlo e rispettarlo e se si è in grado di garantire, affetto e cure, anche e soprattutto, quando l’animale si trova in difficoltà.
Mario Comelli 
Gruppo Consiliare del Partito Pensionati
Comune di Gorizia
Capogruppo Partito Pensionati
e Presidente commissione animali