Carlo FATUZZO risponde in diretta alle vostre domande
VENERDI su Lombardia TV (can. 99) ore 20:30-21:30.
Anche in streaming sul web (clicca sul banner)

Potete seguire l'on. Carlo Fatuzzo anche su Facebook.

DOMANDA RIMBORSO INPS

A seguito della sentenza della Corte costituzionale 70/2015, relativa alla bocciatura del blocco della perequazione automatica delle pensioni per gli anni 2012 e 2013, il Partito Pensionati sta predisponendo le domande per richiedere il rimborso.

Vi invitiamo pertanto a inviare, a mezzo posta SEMPLICE all'indirizzo

FAMIGLIA PENSIONATI
Piazza Risorgimento 14
24128 Bergamo BG

- fotocopia carta d'identità
- fotocopia codice fiscale

Vi invieremo la domanda con le istruzioni.

martedì 17 dicembre 2013

Bilancio della Lombardia, approvato all'unanimità emendamento del Partito Pensionati: ripristinati i fondi per contrastare le truffe agli anziani.

E’ in corso di approvazione presso il Consiglio regionale  la prima manovra di bilancio della nuova
legislatura. Durante i lavori è stato approvato all’unanimità un emendamento, presentato  dal Partito Pensionati, che ha comportato il ripristino dei fondi per le iniziative di contrasto alle truffe ai danni degli anziani.
Intervenendo in Aula a sostegno dell’ emendamento, la Consigliera del Partito Pensionati Elisabetta Fatuzzo ha dichiarato:
«Ringraziamo la Giunta che ha dimostrato grande sensibilità nell’accogliere la nostra proposta di ripristino dei fondi previsti dalla legge regionale 9/2011 "Interventi regionali per la prevenzione e il contrasto della criminalità", pur nella difficoltà di reperire risorse in questo grave momento economico.
La legge, fortemente voluta dal Partito Pensionati, aveva  istituito un fondo, destinato ad associazioni ed enti locali, per la promozione di iniziative formative, informative e culturali rivolte alla cittadinanza e utili a prevenire e contrastare i reati ai danni degli anziani. Tale fondo, che era stato azzerato nella proposta di bilancio originaria, è stato rifinanziato grazie al nostro emendamento.
Si tratta di un impegno finanziario limitato (100.000 euro), ma estremamente importante per mantenere in vita un gran numero di iniziative utili ed efficaci che si tengono in diverse realtà, anche in collaborazione con le Forze dell’ordine. Purtroppo il fenomeno delle truffe agli anziani è ancora molto diffuso, come si evince ogni giorno dagli organi di informazione.
L’impegno contro le truffe, ribadito dal Presidente Maroni nell’ illustrazione del programma di governo, trova oggi un riscontro effettivo».