Carlo FATUZZO risponde in diretta alle vostre domande
VENERDI su Lombardia TV (can. 99) ore 20:30-21:30.
Anche in streaming sul web (clicca sul banner)

RIVALUTAZIONE ISTAT SU PENSIONI - RICORSI ALLA CORTE EUROPEA


Informiamo che a seguito delle sentenze della Corte costituzionale 70/2015 e 250/2017, relative al blocco della perequazione automatica delle pensioni per gli anni 2012 e 2013, il Partito Pensionati sta predisponendo con i propri legali i ricorsi alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo. Il termine scade a fine maggio. Per informazioni e adesioni scrivere a segreteria@partitopensionati.it
NON SI ACCETTANO ADESIONI OLTRE IL 13 MAGGIO.







mercoledì 20 dicembre 2017

Buone feste dal Partito Pensionati


La sede di Bergamo sarà chiusa fino al 10 gennaio,
mentre vanno regolarmente in onda le trasmissioni
del venerdì sera su Lombardia TV (can. 99), ore 20:30-21:30.

Buon Natale e Felice Anno Nuovo
dal Partito Pensionati.

Carlo Fatuzzo a Canale Italia 53

Carlo Fatuzzo sarà ospite di 
Paola Natali su Canale Italia 53
Sabato 23 dicembre dalle 6 alle 9

martedì 19 dicembre 2017

Carlo Fatuzzo a Forte e Chiaro su Antenna 3

Carlo Fatuzzo sarà ospite di Roberto Poletti a Forte &Chiaro, 
mercoledì 20 dicembre alle 20:30 su Antenna 3

mercoledì 29 novembre 2017

venerdì 17 novembre 2017

Il Partito Pensionati incontra la delegazione del Partito Pensionati russo

CONFERENZA STAMPA IL PARTITO PENSIONATI INCONTRA LA DELEGAZIONE DEL PARTITO PENSIONATI RUSSO

SABATO 18 NOVEMBRE ORE 15.30
VIA MAR MEDITERRANEO,124
MODENA


Saranno presenti :
ON. CARLO FATUZZO
segretario nazionale del partito Pensionati
On. LINO MISEROTTI
vice segretario nazionale del Partito Pensionati
Sen. GIACINTO BOLDRINI
presidente del Partito Pensionati
Avv. MASSIMILIANO UCCELLI
vice segretario regionale del Partito Pensionati
Sig. BRUNO BOZZOLAN
segretario provinciale

mercoledì 15 novembre 2017

Carlo Fatuzzo a FORTE e CHIARO stasera

Stasera 15/11 alle 20:30 Carlo Fatuzzo sarà ospite di Roberto Poletti a Forte&Chiaro su Antenna 3 (canale 11), Intelligo TV (294) anche in streaming https://www.intelligo.tv/live.aspx

“TSUNAMI “ POVERTA' . FERONE (PARTITO PENSIONATI), E' EMERGENZA SOCIALE.

Purtroppo non sono solo Roma o qualche altra grande città, ad avere problemi e a vivere una situazione di "crisi". E’ l'Italia, quasi nella sua interezza, che vive un momento drammatico: una massa di cittadini sfrattati, senza casa, costretti a vivere per strada e ad affollare, quando  è  possibile, le mense dei poveri. E' un'Italia silenziosa, rassegnata e disperata, una Italia che non  scommette più sul suo futuro, un'Italia intristita, un'Italia in ginocchio. Giovani, meno giovani che hanno smesso di lottare . Quando un Paese non può  contare sullo slancio totale di tanti suoi giovani e ,  della sua potenziale forza-lavoro, può essere definito un "Paese in crisi" .- così ha dichiarato il vece segretario nazionale del Partito Pensionati, Luigi Ferone - Una indigenza diffusa, una povertà trasversale  che colpisce  pesantemente . Una massa di Italiani, giovani ed anziani in condizioni di povertà   estrema o a rischio di indigenza: questa sembra essere la fotografia, secondo il Partito Pensionati, dell'Italia .  Periferie  di molte  città , diventate delle "baraccopoli" , occupate da stranieri, ma anche da tantissimi italiani  allo "sbando", che hanno persino rinunciato a chiedere , a bussare ai  Comuni, agli Enti caritatevoli. Fantasmi che si aggirano, incontrollati ed incontrollabili, per vie e piazze e tanti ,nelle aree "mercato", per raccattare qualche frutto o verdure e sbarcare , alla meno peggio,   il lunario. Gli organi di informazione parlano di "ripresa", sembra che le cose stiano andando per il meglio , mentre  appaiono evidenti , le indelebili tracce dei tanti, troppi cittadini senza lavoro .Questo, a giudizio del Partito Pensionati , è il vero dramma per giovani ed anziani,ultracinquantenni , senza  lavoro ,senza pensione. Un dramma .Famiglie in crisi, milioni di pensionati sono costretti a vivere con meno di 500 euro  al mese e chi riceve  una pensione di "invalidità ", deve accontentarsi di solo 280euro ‚¬ al mese: una vera indecenza .Il nostro Paese vive una crisi sociale profonda  ed il Partito  Pensionati - ha concluso Ferone - ritiene  che il Governo debba  proclamare , lo "stato di emergenza sociale" per  porre fine allo "specchietto" dei "bonus" ,ed impiegare quelle notevoli risorse, per interventi veri e strutturali , capaci di dare  soluzioni e risposte concrete e di lungo periodo, in tema  pensioni, ad iniziare da quelle da "fame" ,  lavoro, sanità , assistenza, sicurezza , casa, infrastrutture, sostegno alle piccole e medie attività   agricole, commerciali, artigianali ,industriali ecc. , volano della nostra economia, capace di frenare la perdita  di posti di lavoro  e di promuovere "ripresa".Il Partito Pensionati ritiene che il Paese sia allo stremo  e solo una forte volontà  di tutte le forze politiche e sociali, consentiranno al Paese Italia, di uscire dal "pantano" economico e sociale, in cui è finito.
L’addetto stampa
Domenico Marturano

mercoledì 8 novembre 2017

Incontro del Partito Pensionati a Monfalcone


Incontro del Partito Pensionati a Monfalcone, giovedì 9 novembre alle ore 10:30 presso il bar Iridia, pza Salvo d'Acquisto. L'incontro è promosso dal Segretario Regionale del Friuli Venezia Giulia Luigi Ferone, in vista delle prossime elezioni regionali.

La nuova sede del Partito Pensionati in Emilia Romagna - Rassegna stampa


Inaugurata a Reggio Emilia, nel centro storico, 
la sede del Partito Pensionati

giovedì 2 novembre 2017

Conferenza stampa del Partito Pensionati a Reggio Emilia - Iniziative a difesa dei pensionati


Conferenza del Partito Pensionati per illustrare le iniziative, anche legali, 
che saranno intraprese a difesa dei Pensionati. 
Reggio Emilia, via Emilia San Pietro 16/A - Lunedì 6 novembre ore 15. 

Parteciperanno
il segretario nazionale On. Carlo Fatuzzo, 
On. Lino Miserotti, Sen. Giacinto Boldrini,
Avv, Massimiliano Uccelli e il segretario provinciale Primo Ninni

Conferenza stampa del Partito Pensionati a Modena - Iniziative a difesa dei pensionati


Conferenza del Partito Pensionati per illustrare le iniziative, anche legali, 
che saranno intraprese a difesa dei Pensionati. 
Modena, via mar Mediterraneo 124 - Lunedì 6 novembre ore 11. 

Parteciperanno
il segretario nazionale On. Carlo Fatuzzo, On. Lino Miserotti, Sen. Giacinto Boldrini,
Avv, Massimiliano Uccelli e il segretario provinciale Bruno Bozzolan

mercoledì 25 ottobre 2017

La Corte Costituzionale nega ai pensionati il diritto alla rivalutazione Istat per esigenze di bilancio!!!


Brutto precedente, di questo passo il governo potrà tagliare pensioni e stipendi senza problemi, solo per esigenze finanziarie. 
Per quanto ancora tollereremo questi soprusi?!




venerdì 20 ottobre 2017

30 anni di Partito Pensionati - Rassegna Stampa

Il partito più vecchio d'Italia?
È quello dei Pensionati (che compie trent’anni)

Il 19 ottobre la creatura politica di Carlo Fatuzzo compie trent'anni, senza aver mai cambiato nome. L'avessero votato tutti i pensionati, avrebbe fatto la rivoluzione. Vicino al centrodestra (e a Salvini), in passato c'è stata anche una sbandata a sinistra
di Alessandro Franzi

A ben vedere, è il partito con la storia più lunga, almeno fra quelli che non hanno mai cambiato nome e che non siedono attualmente in Parlamento. E' il Partito dei Pensionati, che il 19 ottobre compie trent'anni. Una saga familiare, anche. Perché il leader del partito è sempre il fondatore, Carlo Fatuzzo, 73 anni. Nelle istituzioni, per ora, è rimasta la figlia Elisabetta, 49, da quattro legislature consigliera regionale in Lombardia, dopo esserlo stato anche in Liguria. Con il suo nome ecumenico, il Partito dei Pensionati avrebbe anche potuto fare la rivoluzione, se solo il crescente esercito di anziani che costituisce l'ossatura del Paese avesse deciso di sostenerlo. Invece, il suo massimo storico in una competizione nazionale dal 1987 è stato il 2,5% per il Senato nel 1994, quando il partito presentò candidati in Liguria, Lombardia, Piemonte. Senza eleggerne uno.

I Pensionati, con l'iniziale maiuscola, non si arrendono comunque. Hanno sempre i piedi piantati al Nord. E vogliono presentare il loro simbolo alle prossime elezioni Politiche, fra meno di sei mesi. Hanno pubblicato anche un appello a chi è interessato a mettersi a disposizione, rivolto non solo a chi si è ritirato dal lavoro. "Il Partito Pensionati cerca consiglieri comunali o provinciali in carica - si legge nel messaggio che gira sui social - di qualunque età, donne o uomini, che desiderano candidarsi alle prossime elezioni alla Camera e al Senato in tutta Italia. Scrivete al più presto".

Politicamente, il partito di Fatuzzo si colloca vicino al centrodestra. In questo periodo, è vicinissimo in particolare alla Lega di Matteo Salvini. I temi del materiale propagandistico dei Pensionati appaiono molto simili: difesa delle pensioni, dei diritti degli italiani e delle vittime della criminalità. Non è una collocazione scontata, perché in passato il partito si è schierato anche con il centrosinistra: nel 2006 è passato dall'orbita della Casa delle Libertà (Berlusconi) a quella dell'Unione (Prodi), in posizione critica verso le scelte in tema di previdenza sociale del governo di centrodestra. Già alle elezioni del 2008, il percorso inverso. Anche se alle Regionali del 2010, Elisabetta Fatuzzo viene eletta consigliera regionale in Lombardia con il centrosinistra, mentre nel 2013 è tornata a sedere nella stessa assemblea come consigliera di centrodestra.


I Pensionati, con l'iniziale maiuscola, non si arrendono comunque. Vogliono presentare il loro simbolo alle prossime elezioni Politiche, fra meno di sei mesi. Hanno pubblicato anche un appello a chi è interessato a mettersi a disposizione, rivolto non solo a chi si è ritirato dal lavoro
Niente però sembra essere cambiato, nonostante tutto. Sulle pagine bianche, il ragionier Carlo Fatuzzo lo si ritrova sempre con la sua ragione sociale: consulente pensionistico. Nella città di Bergamo, dove il partito ha la sede nazionale. Fatuzzo riceve una volta a settimana i pensionati che hanno bisogno di suggerimenti o che ne hanno a loro volta da dare. Ogni giovedì dalle 9 alle 11. Per chi sta lontano, il fondatore tiene settimanalmente una rubrica su un'emittente locale, Lombardia Tv: il venerdì dalle 20.30 alle 21.30 risponde alle domande degli ascoltatori. Come faceva all'inizio, già negli anni Ottanta, nell'epoca d'oro delle tivù locali. "Per i trent'anni? Niente festa, non abbiamo mai festeggiato", risponde Fatuzzo a Linkiesta. "Oggi siamo inevitabilmente vicini a Salvini - spiega -, perché non si può negare che sia l'unico che si è battuto per cercare di abrogare la legge Fornero. Ha raccolto le firme, anche se poi la Corte Costituzionale ha preso una decisione diversa. Oggi gli anziani soffrono molto anche per altri due problemi: la sicurezza e un'assistenza sanitaria non più all'altezza".

I Pensionati guardano, appunto, al 2018, e sognano ancora quel risultato a due cifre rivelatosi sempre lontanissimo. "Noi non siamo chiusi a nessuno - dice Fatuzzo -. Ci rivolgiamo sempre a chiunque, ai pensionati semplici, ai lavoratori ma anche ai giovani, che prima o poi saranno pensionati anche loro. Il nostro appello è soprattutto a chi fa già il consigliere comunale o provinciale, perché per presentarci dobbiamo sempre raccogliere le firme, e loro sono autorizzati per legge ad autenticarle". Nei manifesti, il traguardo ideale: "E se votassero per noi tutti e venti i milioni di pensionati...?"

Il fondatore del Partito del Pensionati è stato uno dei pochi a essere eletto in questi trent'anni di presenza politica a cavallo di prima, seconda e (quasi) terza repubblica. Consigliere comunale a Bergamo, poi consigliere regionale in Lombardia prima della figlia, dal 1990 al 1995. Nel 1999 è eletto eurodeputato, con i Pensionati allo 0,7%. Risultato migliorato all'1,1% cinque anni dopo, con rielezione annessa. Gruppo parlamentare, quello del Partito Popolare Europeo di Berlusconi, con il quale Fatuzzo ha da sempre un rapporto di simpatia personale (gli unici due deputati nazionali dei Pensionati sono subentrati nel corso delle legislature al posto di parlamentari del Cav). Per il resto, il pallottoliere conta qualche consigliere comunale o provinciale qua a là, nel Nord Italia. Ma le sbandate a sinistra? "Nel nostro Dna - risponde il fondatore - non c'è l'appartenenza a uno schieramento, anche se ho discusso infinite volte con molti pensionati che hanno una loro storia politica, spesso eredità di famiglia. Siamo tornati nel centrodestra, ma alle prossime Politiche mi rivolgerò soprattutto agli elettori del centrosinistra e del Movimento 5 Stelle: i pensionati si devono rendere conto che si mi avessero dato ascolto, non ci sarebbero stati tanti disastri. Non nascondo che questo rammarico ce l'ho, anche se non mi arrendo".

http://www.linkiesta.it/it/article/2017/10/19/il-partito-piu-vecchio-ditalia-e-quello-dei-pensionati-che-compie-tren/35892/

mercoledì 18 ottobre 2017

COMUNICAZIONI INPS. FATUZZO(PP), SERVE MAGGIORE CHIAREZZA.

Continuano ad arrivare a tanti pensionati, lettere dell’INPS, con le quali si chiede la restituzione di somme a vario titolo. Il tutto con molta determinazione e, frequentemente, di non agevole comprensione da parte di tante persone generalmente anziane o molto anziane, con poca o nessuna dimestichezza con il mondo di internet, spesso malate e tante volte, senza una rete parentale di sostegno. Fra l’altro c’è da dire, che l’INPS non invia più, oramai da tempo, il cedolino relativo al rateo mensile di pensione – così ha dichiarato il segretario nazionale del Partito Pensionati, Carlo Fatuzzo – Il Partito Pensionati, sottolinea che il recupero di presunti indebiti, molte volte, dipende da errori dell’INPS e comunque sarebbe opportuno – ha concluso Fatuzzo - che le comunicazione INPS dirette ai pensionati, fossero quanto più chiare possibile, di facilissima comprensione, al fine di mettere i pensionati interessati, nelle condizioni più agevoli, per rispondere esattamente alle richieste dell’Ente, ed evitare l’eventuale sospensione della pensione.

Incontro del Partito Pensionati a Udine



Sabato 21/10 alle 10 presso Hotel Cristallo a Udine p.le d'Annunzio 43, incontro del Partito Pensionati sul tema ELEZIONI REGIONALI e POLITICHE.

lunedì 2 ottobre 2017

Carlo Fatuzzo stasera su Rete4 a "Dalla vostra parte"

Questa sera Carlo Fatuzzo sarà ospite di Maurizio Belpietro 
a #DallaVostraParte su Rete 4 dalle ore 20:30 alle 21:15 👍

mercoledì 27 settembre 2017

martedì 26 settembre 2017

Allarme recupero INPS. Fatuzzo (Pensionati). Serve maggiore chiarezza.


Allarme recupero Inps. Fatuzzo (Pensionati). Serve maggiore chiarezza

Agenpress – Sono sempre di più i pensionati in apprensione, per  le lettere che giungono dall’INPS, con le quali  si chiede la restituzione di somme, spesso a quattro zeri , relative a importi che l’Ente avrebbe erroneamente  erogato ai destinatari della missiva .  In molti casi tratta di somme ricevute dal  Pensionato, per esclusivo errore da parte dell’INPS   e di cui l’Istituto previdenziale chiede la restituzione, in unica rata o con possibilità di  rateizzazione. Appare evidente, secondo il Partito Pensionati – ha dichiarato il segretario nazionale, Carlo Fatuzzo –  che quando  l’errore  è dell’Inps, anche alla luce della sentenza  della Cassazione del gennaio 2017,  la stessa non potrebbe operare il recupero . I pensionati  destinatari delle lettere di “restituzione”, generalmente sono anziani, spesso malati  ed hanno difficoltà a far valere le loro ragioni  . Avverso le richieste dell’INPS, è possibile il ricorso   e comunque è opportuno che alla ricezione dell’invito INPS  a versare   la somma richiesta, l’interessato valuti l’opportunità  di tutelarsi legalmente, rivolgendosi  immediatamente  ad un Patronato o ad  un legale di fiducia , facendo particolare attenzione ai termini di scadenza del ricorso stesso. Il Partito Pensionati – ha concluso Fatuzzo – spera che la sentenza della Cassazione in materia , possa fermare l’ondata di  inviti a restituire somme erroneamente percepite, che tante preoccupazioni e scompiglio  sta creando fra i pensionati interessati a questo problema.

lunedì 4 settembre 2017

Carlo Fatuzzo a Omnibus LA7

Intervento del Segretario Nazionale del Partito Pensionati on. Carlo FATUZZO a Omnibus LA7, sabato 2 settembre 2017

venerdì 1 settembre 2017

Carlo FATUZZO a Omnibus su LA7


Domani, sabato 2 settembre 2017 dalle 8 alle 10
l'on. Carlo FATUZZO sarà in diretta da Milano,
ospite di OMNIBUS su LA7

lunedì 28 agosto 2017

Incontro del Partito Pensionati a Trieste sul tema SICUREZZA

Sabato 2 settembre alle ore 11 presso il Caffeé Tommaseo di Trieste si terrà un incontro del Partito Pensionati sul tema della Sicurezza.
Interverranno l'on. Carlo Fatuzzo, Luigi Ferone, Alessandro Vascotto, Domenico Marturano e Antonio de Lieto.

venerdì 4 agosto 2017

CASE POPOLARI. FATUZZO (PP), CON LE ATTUALI REGOLE, TROPPI ITALIANI SVANTAGGIATI.

COMUNICATO STAMPA

Il problema dell’assegnazione delle case popolari, in Italia, sta diventando una vera e propria lotta, a base di titoli e punteggi ed un meccanismo farraginoso, con il risultato che  agli stranieri vengono assegnati la maggior parte degli alloggi, proprio perché hanno molti figli, il reddito ufficiale dichiarato, molto spesso è  bassissimo ecc.. La  regione Liguria, intelligentemente, ha legiferato in materia, mettendo un giustissimo paletto, per accedere alla graduatoria, in linea con la normativa nazionale sull’immigrazione, fissando, cioè, il periodo minimo di permanenza in Italia, di 10 anni. Il Governo  ha impugnato le legge regionale in questione ed ora dovrà esprimersi la Corte Costituzionale. La parte contestata  della Legge regionale, introdurrebbe, secondo il Governo,  una forma di  “discriminazione” nei confronti di chi ha conseguito lo status di “soggiornanti di lungo periodo”. Se ci sono dei  danneggiati – ha dichiarato il segretario nazionale del Partito Pensionati, Carlo Fatuzzo  -  questi sono gli Italiani  che, nell’assegnazione delle case popolari  e non solo, vengono puntualmente scavalcati, con l’attuale sistema di punteggio, da stranieri, e sono comunque costretti, con altri concorrenti, ad attese lunghissime  di anni. Gli italiani, per generazioni, hanno pagato tasse e balzelli di ogni specie e partecipato, nel bene e nel male, alle vicende belle e brutte dell’Italia. Discriminazione?  E’ necessario stabilire chi sono i veri discriminati  e rimediare. La Regione Liguria – ha concluso il leader del Partito Pensionati -  ha  cercato di introdurre una norma equa, proprio per evitare penalizzazioni, per chicchessia.
Bergamo  3 Agosto 2017.
L’ADDETTO STAMPA
Luigi Ferone

lunedì 17 luglio 2017

Oggi grandissima accoglienza al mercato di Casalpusterlengo per le "informazioni pensionistiche gratuite" .

Cittadinanza: Fatuzzo (Pp), bene rinvio ius soli ma cestinarlo è meglio

Milano, 17 lug. (AdnKronos) – “Sbarchi di immigrati sempre più frequenti e massicci. Il sistema accoglienza sta scoppiando e sempre più cittadini, soprattutto gli appartenenti alle fasce sociali più deboli, sono indignati per le immense risorse che vengono impiegate per i nuovi arrivati. Nel frattempo […]

Milano, 17 lug. (AdnKronos) – “Sbarchi di immigrati sempre più frequenti e massicci. Il sistema accoglienza sta scoppiando e sempre più cittadini, soprattutto gli appartenenti alle fasce sociali più deboli, sono indignati per le immense risorse che vengono impiegate per i nuovi arrivati. Nel frattempo il Paese, economicamente, non riesce a dare risposte adeguate ai propri cittadini; di fronte a tutto questo, il Partito Pensionati ritiene semplicemente assurdo e fuori luogo, parlare di Ius Soli, la cui approvazione porterebbe ad un effetto calamita e potrebbe far esplodere il problema dell’immigrazione, già oggi difficilmente gestibile”. Così il segretario nazionale del Partito Pensionati Carlo Fatuzzo commenta il rinvio del tema sullo ius soli.
“Bene ha fatto il presidente Gentiloni a far slittare in autunno la discussione in aula del Disegno di legge in questione – spiega Fatuzzo -. Il Partito Pensionati si augura che questo provvedimento finisca su un binario morto e non se ne parli più”. Perché “la cittadinanza si deve meritare, non servono dei percorsi agevolati”.

Rassegna stampa

martedì 11 luglio 2017

L'onorevole Carlo Fatuzzo a Forte e Chiaro!

Carlo Fatuzzo domani 12/7 alle 20:30 da Roberto Poletti 
a #ForteEChiaro su Antenna 3 e Intelligo TV (294) 
anche in streaming a questo indirizzo: http://www.intelligo.tv/live.aspx


Migranti, Fatuzzo (PP): Paghiamo gli errori di tutti i governi. Buonismo incertezza e debolezza

Si parla con insistenza, di un più che massiccio arrivo di migranti. Oramai l’Italia, in materia di immigrazione, è il ventre ultramolle di una Europa egoista, che dopo aver lasciato solo il nostro Paese, ad affrontare un problema epocale, com’è quello attuale dell’immigrazione . non fa la sua parte ed è indifferente ai nostri problemi ed alle conseguenze sociali che da questa situazione,potrebbero scaturire. – così ha dichiarato il segretario nazionale del Partito Pensionati, Carlo Fatuzzo - Meglio tardi che mai. Vi è anche chi è stato il paladino dell’accoglienza a “braccia larghe”, fra i tanti che oggi hanno capito che il nostro Paese rischia di pagare pesantemente, i tanti, troppi errori e perché no, l’eccessiva arrendevolezza alle imposizioni EU, in riferimento all’immigrazione. E’ assurdo pensare che una sfida epocale, come lo spostamento di masse di persone, dall’Africa e da altre parti del mondo , possa ricadere solo sull’Italia.Non siamo più nelle condizioni di accogliere, non possiamo assicurare una vita dignitosa ad una massa di anziani, donne, bambini, ai tantissimi giovani non professionalizzati, di difficile collocazione nel mondo del lavoro. Far finta di nulla e continuare ad accettare sul nostro territorio, migliaia e migliaia di persone al giorno, sta diventando veramente assurdo, come è assurda la “criminalizzazione”di chi si oppone a questa immigrazione che assomiglia sempre più ad una invasione. Difendere i confini del nostro Paese è un diritto ed anche un dovere. Salvare chi è in pericolo è giusto, la solidarietà umana è lodevole, ma si può pretendere che un Paese come l’Italia, affronti da solo questo dramma umano? L’Europa dov’è? gli straricchi Paesi del Golfo, dove sono?, dove sono tutti gli altri Paesi del mondo? Basta accogliere tutto e tutti. Perché una nave spagnola o di altro Paese che raccoglie centinaia di migranti, in acque internazionali , viene autorizzata a scaricare i suoi ospiti, in porti italiani? Perché non li trasporta nel Paese di cui batte bandiera? L’Italia ha una disoccupazione dell’11,3%, una disoccupazione giovanile di oltre il 36%, milioni di poveri , un numero elevatissimo di senza casa , sei milioni di pensionati con meno di mille € al mese, di cui oltre 2,5 milioni, con meno di 500€ al mese : in queste condizioni , come si può pensare che possa garantire sanità, scuola, abitazione, lavoro ecc. ad una enorme massa di persone, peraltro in continua crescita? Prima o poi, come è successo il passato, la stragrande maggioranza di queste persone, saranno regolarizzate ed allora si porrà il problema del “ricongiungimento familiare” e di “ricongiungimento” in” ricongiungimento “, dove andremo a finire? In questo contesto, è opportuno approvare lo “Ius Soli” ?

lunedì 10 luglio 2017

Controllo gratuito della pensione a Casalpusterlengo


Lunedì 17 luglio dalle 10 alle 12
presso il Mercato di Casalpusterlengo, in piazza del Popolo
l'on. Carlo FATUZZO controllerà gratuitamente le vostre pensioni
portate con voi copia della Carta d'identità e codice fiscale.

venerdì 30 giugno 2017

INCONTRO DEL PARTITO PENSIONATI ALL’HOTEL “CRISTALLO” DI UDINE.


Sabato 1° luglio ad Udine, alle ore 10.30, presso l’hotel “Cristallo” (Piazzale d’Annunzio, 43- nei pressi della Stazione ferroviaria) si terrà un incontro del Partito Pensionati  su temi di attualità politica ed organizzativi. All’incontro interverranno il segretario regionale, Luigi Ferone ed il segretario nazionale, Carlo Fatuzzo, il v.segr. reg. Alessandro Vascotto  ed Antonio de Lieto, resp. Settore “casa”.

mercoledì 21 giugno 2017

"VERSO LE ELEZIONI REGIONALI IN FVG" sabato 1 luglio incontro del Partito Pensionati a Udine


Incontro del Partito Pensionati sul tema "VERSO LE ELEZIONI REGIONALI FVG" 
Interverranno on. Carlo Fatuzzo, on. Miserotti Lino, Luigi Ferone Pensionati, 
Antonio De Lieto e Alessandro Vascotto

martedì 13 giugno 2017

Grazie!!!


Un grazie di cuore agli elettori che hanno votato il Partito Pensionati e a quanti hanno firmato per la presentazione della nostre liste a Crema, Lodi, Lentate sul Seveso, Melegnano, Piacenza, Verona e Gorizia. Segnalo con soddisfazione il grandissimo risultato a Lentate sul Seveso dove il Partito Pensionati ha ottenuto il 5,16% dei voti!

Un ringraziamento speciale va ai collaboratori, ai simpatizzanti e ai candidati che con impegno e dedizione hanno reso possibile tutto ció.

W il Partito Pensionati! All'attacco Pensionati!
Carlo Fatuzzo

venerdì 9 giugno 2017

Grazie a tutti!

Grazie a tutti coloro che hanno lavorato con impegno e dedizione per Lodi, Crema, Lentate sul Seveso, Melegnano e per Gorizia, Piacenza e Verona e per tutti i comuni in cui sarà presente il Partito Pensionati. Ultime ore di campagna elettorale, in bocca al lupo a tutti i candidati! All'attacco!!!

giovedì 8 giugno 2017

Stasera Carlo Fatuzzo sarà a Verona per la chiusura della campagna di Sboarina


La fine della campagna di Sboarina chiama a Verona i leader del centrodestra
La campagna elettorale di Federico Sboarina, candidato sindaco a Verona sostenuto da ben sette liste, si avvia verso la sua fine. L'evento conclusivo si terrà alle 20.30 di giovedì 8 giugno in piazza dei Signori, con la presenza dei leader nazionali dei partiti della coalizione. Per il Partito Pensionati sarà presente il Segretario Nazionale, on. Carlo Fatuzzo.

lunedì 29 maggio 2017

Rassegna stampa: "ridurre la tassa sui rifiuti a tutti i pensionati piacentini"


Pensionati al fianco di Patrizia Barbieri: “Con lei sindaco saremo tutelati"

“Il centrosinistra ha sempre sfruttato i pensionati per fare cassa. Li ha sempre visti come quelli che vivono sulle spalle degli altri, invece i pensionati sono coloro che hanno costruito questa Italia e bisogna tutelarli e portargli rispetto. Per questo abbiamo deciso di sostenere Patrizia Barbieri perché sappiamo che con lei i pensionati e gli anziani piacentini saranno tutelati”. Lo ha detto quest’oggi il Sen. Giacinto Boldrini, Presidente nazionale del Partito Pensionati, candidato nella lista che insieme al Movimento del malcontento sostiene la candidatura di Patrizia Barbieri a Sindaco di Piacenza.
“Abbiamo alcuni punti programmatici che la candidata Barbieri – ha proseguito l’on. Lino Miserotti – ha sottoscritto e condiviso, che sono secondo noi di spesa non eccessiva ma migliorerebbero sicuramente la vita dei pensionati e degli anziani piacentini. Prima di tutto un intervento di giustizia sulla tassa dei rifiuti che è spesso insostenibile per i pensionati che vivono da soli. Pensiamo poi all’introduzione di una mappa del bisogno, perché nessun pensionato deve rimanere solo e, infine, riteniamo sia necessario programmare un cimitero per gli animali di affezione che spesso sono gli unici e ultimi compagni di viaggio degli anziani. Il Partito Pensionati ha poi un programma che si rivolge in tutte le direzioni, dalla sicurezza al lavoro, al commercio su cui sappiamo che Patrizia Barbieri ha idee e progetti validi”.
La candidata del centrodestra, Patrizia Barbieri, ha ringraziato per il sostegno: “Condivido in pieno le proposte del Partito Pensionati e il mio è un impegno di sostanza e non di circostanza. Sono assolutamente convinta che i pensionati e gli anziani siano una risorsa nelle famiglie e nella società e dovremo fare di tutto per venire incontro alle loro esigenze, tutelarli e valorizzarli”.
La lista dei Pensionati è composta da: Bersani Ettore, Miserotti Lino, Zamboni Elena, Kaur Sarab Jeet, Arban Renzo Luigi, Della Valle Roberto, Filiberti Igor, Gelati Marina, Milani Enrico, Moschini Angiolina, Terenziani Armando, Botti Maria, Scaravella Fiorenzo, Peveri Pier Luigi, Russo Giovanna, Marangoni Pietro, Pontiroli Massimiliano, Bosio Ramona, Bozzolan Bruno, Giovanelli Roberto, Boldrini Giacinto, Barilli Carla, Gola Ivana, Puleio Marilena, De Francesco Chiara.

Controllo gratuito della vostra pensione con l'on. Carlo FATUZZO a Nembro (BG) il 1 giugno

Controllo gratuito della vostra pensione con l'on. Carlo Fatuzzo
giovedì 1 giugno dalle 9 alle 12 presso il Mercato di NEMBRO (BG)
Portate con voi copia della carta d'identità e il codice fiscale


Controllo gratuito della pensione al Mercato di TRADATE (VA) con Elisabetta FATUZZO

Controllo gratuito della vostra pensione con Elisabetta Fatuzzo 
al mercato di Tradate giovedì 1 giugno 2017
Portate con voi copia della carta d'identità e il codice fiscale


venerdì 26 maggio 2017

Carlo Fatuzzo in TV su TeleLombardia stasera alle 21


Questa sera, venerdì 26 maggio ore 21,
non mancate l'appuntamento con ICEBERG su TeleLombardia
Carlo FATUZZO sarà ospite di Roberto POLETTI!!!

martedì 16 maggio 2017

Pensioni, Ferone (PP): Anche in Italia una legge per attirare pensionati stranieri

La fuga di tanti pensionati dall’Italia, alla ricerca di una vita decente , ha aguzzato la fantasia di alcuni parlamentari ex “scelta civica” che hanno presentato, in occasione della manovra da 3,4 miliardi, un emendamento trasversale per introdurre in Italia le stesse possibilità che Paesi come Spagna, Marocco, Portogallo, ecc., danno ai pensionati stranieri che si trasferiscono nel loro Stato. Per pensionati stranieri che chiederanno di risiedere nel nostro Paese, viene proposta un’aliquota agevolata del 10%. Agevolazioni fiscali, vengono ipotizzate, anche per i pensionati italiani che risiedono all’estero da almeno 9 anni e che rientrano in Italia. Il Partito Pensionati prende atto che, indubbiamente, queste proposte hanno senso e fondamento, ma ritiene anche che sarebbe giusto pensare ai milioni di Italiani che continuano a vivere e pagare tasse elevatissime, nel nostro Paese, costretti a vivere in una situazione di perenne ingiustizia - così ha dichiarato il vicesegretario nazionale del Partito Pensionati, Luigi Ferone -. Pensioni falcidiate da tasse dirette ed indirette, dall’elevato costo della vita e non adeguate da anni. Ridurre le tasse per tutti gli italiani e per i Pensionati in particolare, che sono l’anello debole della nostra catena sociale, è una necessità, anche per rivitalizzare il nostro sviluppo economico. Milioni di pensionati sono costretti a vivere con pensioni da fame ed i Governi di turno, non sanno escogitare altro, che misure sempre più restrittive. Nessuna adeguata attenzione verso i tanti disabili costretti a vivere con 280€ di pensione al mese e milioni di cittadini che hanno una pensione inferiore ai 500€. Raddoppiare l’importo di queste pensioni – ha concluso Ferone – che non garantiscono certamente una vita dignitosa, ed adeguare tutte le pensioni al reale aumento del costo della vita, deve essere un obbligo morale del Governo e di tutto i Paese.

mercoledì 10 maggio 2017

Questa sera Carlo Fatuzzo a Forte e Chiaro su Antenna 3


Questa sera, mercoledì 10 maggio,Carlo Fatuzzo 
sarà ospite di Roberto Poletti a FORTE E CHIARO, 
su Antenna 3 o in streaming su INTELLIGO TV dalle 20:30