Carlo FATUZZO risponde in diretta alle vostre domande
VENERDI su Lombardia TV (can. 99) ore 20:30-21:30.
Anche in streaming sul web (clicca sul banner)

RIVALUTAZIONE ISTAT SU PENSIONI - RICORSI ALLA CORTE EUROPEA


Informiamo che a seguito delle sentenze della Corte costituzionale 70/2015 e 250/2017, relative al blocco della perequazione automatica delle pensioni per gli anni 2012 e 2013, il Partito Pensionati ha predisposto con i propri legali i ricorsi alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo. Siamo in attesa quindi delle decisioni della Corte Europea in merito. Per informazioni scrivere a segreteria@partitopensionati.it








martedì 24 febbraio 2015

Piemonte: Michele Giovine su Firme False PD e dichiarazioni di Sergio Chiamparino

Dopo l'ostinata battaglia di Mercedes Bresso che aveva fatto cadere il governo Cota per la vicende delle firme false, ora è proprio il centrosinistra di Chiamparino ad essere sotto inchiesta per anomalie nella raccolta delle firme presentate in tribunale a corredo delle liste "Pd", "Chiamparino per il Piemonte" e del listino associato al candidato presidente. Nei giorni scorsi i magistrati hanno inviato sette avvisi di garanzia ed è probabile che ne seguano altri. Il governatore Chiamparino ha minacciato le dimissioni se non si arriverà ad una sentenza "chiara ed inequivocabile" entro il prossimo 9 luglio.

Intervenendo sulla questione, Michele Giovine (Pensionati) ha dichiarato:

«Quelle di Chiamparino sono parole irresponsabili, sono un patetico e vergognoso tentativo di influenzare i Magistrati del TAR e la Procura. 
Se pensa di trattare i magistrati della Procura di Torino e del TAR come tratta i consiglieri della sua maggioranza, si sbaglia di grosso.
E’ il presidente della Regione, dovrebbe essere il primo a voler conoscere se la sua elezione è legittima o meno, senza porre limiti temporali o di altra natura ai giudici che hanno tutto il diritto di fare tutte le valutazioni ed approfondimenti necessari.
Non gli piace la situazione attuale? 
Se la prenda con la Bresso e con gli ha farcito di firme false le sue liste, non con chi vuole ottenere giustizia o con chi ha dovere di darla.».