Carlo FATUZZO risponde in diretta alle vostre domande
VENERDI su Lombardia TV (can. 99) ore 20:30-21:30.
Anche in streaming sul web (clicca sul banner)

RIVALUTAZIONE ISTAT SU PENSIONI - RICORSI ALLA CORTE EUROPEA


Informiamo che a seguito delle sentenze della Corte costituzionale 70/2015 e 250/2017, relative al blocco della perequazione automatica delle pensioni per gli anni 2012 e 2013, il Partito Pensionati sta predisponendo con i propri legali i ricorsi alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo. Il termine scade a fine maggio. Per informazioni e adesioni scrivere a segreteria@partitopensionati.it
NON SI ACCETTANO ADESIONI OLTRE IL 13 MAGGIO.







lunedì 11 maggio 2015

PEREQUAZIONE PENSIONISTICA. APPLICAZIONE SENTENZA CORTE COSTITUZIONALE. FATUZZO (PP), SI RISPETTI LA COSTITUZIONE E SI LIQUIDI IL DOVUTO AI PENSIONATI DAMNNEGGIATI DALLA LEGGE FORNERO.

Continuano i balletti di esponenti governativi, e non solo, sull’applicazione della sentenza della Corte Costituzionale che ha bocciato il blocco della perequazione automatica delle pensioni per gli anni 2012 e 2013, che ha riguardato alcuni milioni di pensionati. Il Partito Pensionati,  ritiene  che si debba  rispettare la Costituzione.
La Corte Costituzionale ha stabilito, in pratica, il diritto di circa sei milioni di pensionati , all’adeguamento delle loro pensione, in relazione  alla percentuale di inflazione , stabilita dall’istat , al 1° gennaio di ogni anno - così ha dichiarato il segretario nazionale del Partito Pensionati, Carlo Fatuzzo. Non si tratta di regali, ma semplicemente di giustizia , di restituire, quindi, quanto  economicamente non attribuito, a milioni di pensionati .Colpendo i pensionati  , l’economia italiana è tutt’altro che migliorata, la disoccupazione è cresciuta  e la situazione economica e sociale dell’Italia , non è delle migliori. Colpa dei pensionati ? Evidentemente no .  L’unica cosa che il Governo  deve fare, a giudizio del Partito Pensionati, è  il rispetto integrale della sentenza della  Corte Costituzionale  e  di tutto ciò che da essa consegue. Il Partito Pensionati  ritiene che debba essere erogato  ai pensionati a cui non è stato attribuito,in tutto o in parte, l’importo relativo alla perequazione automatica della pensione, non solo per gli anni 2012 e 2O13, ma anche per gli anni 2014 e 2015, con relativa rivalutazione  economica ed arretrati, oltre all’immediato adeguamento della pensione .Il Partito Pensionati invita  i pensionati a questa problematica , a presentare specifica domanda, all’INPS.

L’addetto stampa
Luigi Ferone
Cell. 388-4244188