Carlo FATUZZO risponde in diretta alle vostre domande sulle pensioni
Il VENERDI su Lombardia TV (canale 99) dalle 20:30 alle 21:30.
Anche in streaming sul web (clicca sul banner)

Potete seguire l'on. Carlo Fatuzzo anche su Facebook.

DOMANDA RIMBORSO INPS

A seguito della sentenza della Corte costituzionale 70/2015, relativa alla bocciatura del blocco della perequazione automatica delle pensioni per gli anni 2012 e 2013, il Partito Pensionati sta predisponendo le domande per richiedere il rimborso.

Vi invitiamo pertanto a inviare, a mezzo posta SEMPLICE all'indirizzo

FAMIGLIA PENSIONATI
Piazza Risorgimento 14
24128 Bergamo BG

- fotocopia carta d'identità
- fotocopia codice fiscale

Vi invieremo la domanda con le istruzioni.

martedì 19 maggio 2015

PROBLEMI RESTITUZIONE IMPORTI NON EROGATI RELATIVI ALLA PEREQUAZIONE AUTOMATICA. I RICORSI SONO UNO STRUMENTO DI DEMOCRAZIA.

Alla rubrica “lettere”.

Il problema delle pensioni e dei pensionati  è al centro del dibattito politico, delle dichiarazioni , dei commenti dei cittadini.  A Renzi ed al suo governo, evidentemente la sentenza della Corte Conti  che  bocciava il blocco della perequazione automatica per le pensioni , non è piaciuta e stanno fiorendo le ipotesi più fantasiose, per danneggiare,ancora una volta, i pensionati.
E’ proprio di fronte a questo atteggiamento , il Partito Pensionati, ritiene suo dovere  porre in essere delle iniziative che porteranno  ad  una “class action” . Le ipotesi, sono tante, ma in sintesi, si vuole  restituire , a pochissimi  quanto  dovuto , ad altri ,solo in parte , ad altri ancora, niente . In sintesi,  nei fatti, non si riconoscono appieno i diritti dei pensionati danneggiati , perché, si creerebbe un buco nel bilancio dello Stato.  Sta passando l’idea che i pensionati siano egoisti, prendono chissà quali pensioni , sarebbero, in sintesi, la palla al piede di questo Paese, gente che mangerebbe il futuro di figli  e nipoti: nulla di più falso !!Intanto c’è da dire  che i pensionati  vogliono solo soldi loro, soldi che gli spettavano  e che sono finiti nella casse dello Stato( dove sono? Come sono stati utilizzati? ), soldi, che uno Stato che si definisce civile e democratico, avrebbe immediatamente dovuto restituire , ai pensionati che hanno subito l’ingiusto “blocco” . Si sta cercando di mettere,nei fatti, pensionati contro  altri pensionati, giovani, contro gli anziani. I pensionati vogliono solo quello che è loro. Quali pensioni d’oro? Quando parlano di pensioni, gli importi sono sempre al lordo  ed è semplicemente vergognoso  che si  facciano passare per “pensioni d’oro” ,pensioni  di duemila euro netti che se  l’interessato deve pagare l’affitto, rischia di non arrivare neppure a fine mese. C’è da dire che quando si è cercato  di colpire le pensioni veramente d’oro, gli interessati hanno vinto il ricorso  e la sentenza è stata subito  recepita. La verità vera è che in Italia esiste il problema “Pensionati”. E’ semplicemente indecente che il 64% dei pensionati vivano con una pensione  inferiore ai 750 € mensili e che milioni di questi,abbiano una pensione inferiore ai 500€  ed a questi Pensionati il Governo Renzi,  non ha destinato neppure i famosi 80 euro . Certo è facile,troppo facile colpire i Pensionati .Le sentenze si rispettano  ed il Partito Pensionati ritiene  che  se l’atteggiamento del Governo Renzi nei confronti dei diritti dei Pensionati  , non cambia , vi saranno milioni di ricorsi ,  che faranno lievitare gli importi da erogare , con il pagamento degli interessi . Il ricorso, soprattutto di fronte all’arroganza, è un’arma giusta, una difesa legittima del cittadino leso nei suoi diritti . Certo, quando è l’INPS o lo Stato a dover avere soldi dai cittadini, si procede subito, in caso di ritardo ,scattano sanzioni  e si giunge fino ad effettuare  sequestri. Ed i cittadini dovrebbero subire in silenzio e ringraziare anche se gli elargiscono una miseria, rispetto al dovuto?


Il Segretario Nazionale del
Partito Pensionati
Carlo Fatuzzo