Carlo FATUZZO risponde in diretta alle vostre domande
VENERDI su Lombardia TV (can. 99) ore 20:30-21:30.
Anche in streaming sul web (clicca sul banner)

RIVALUTAZIONE ISTAT SU PENSIONI - RICORSI ALLA CORTE EUROPEA


Informiamo che a seguito delle sentenze della Corte costituzionale 70/2015 e 250/2017, relative al blocco della perequazione automatica delle pensioni per gli anni 2012 e 2013, il Partito Pensionati sta predisponendo con i propri legali i ricorsi alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo. Il termine scade a fine maggio. Per informazioni e adesioni scrivere a segreteria@partitopensionati.it
NON SI ACCETTANO ADESIONI OLTRE IL 13 MAGGIO.







mercoledì 4 luglio 2012

INTERVENTO ALLA CAMERA DELL’ON. LINO MISEROTTI SULLA MOZIONE DI SFIDUCIA AL MINISTRO FORNERO.


Sig. Ministro, rappresento, il movimento Partito Pensionati del segr. naz. on. Carlo Fatuzzo, che a me piace chiamare Famiglia Pensionati.
Può immaginarsi già quello che pensano milioni di pensionati e futuri pensionati
di Lei, dopo l’approvazione del famoso art.24 del "salva Italia" del 31 dicembre 2011 denominato "pensionati sacrificio".

Lei, con la sottrazione di 7 anni di pensione, ha prodotto la riforma previdenziale più pesante dell’Europa. Milioni di donne casalinghe che avevano pagato contributi sufficienti per andare in pensione, ora sono senza pensione e senza contributi sufficienti per andarvi.
Inoltre a 1 milione di lavoratori, che dovevano andare in pensione nei prossimi anni con 40 anni di contribuzione, ha tolto 2 anni e mezzo. Ora, oltre al numero di esodati imprecisato per i quali si troverà una soluzione, tra tutti costoro ve ne è una parte che a causa della crisi si trova senza lavoro per la chiusura delle piccole aziende artigiane, commerciali e mini-imprese, anch’essi esodati finito il periodo di disoccupazione. Monti disse «nessuno rimarrà senza lavoro, stipendio e pensione ». Che fine hanno fatto i diritti dei lavoratori? Sig.Ministro le riforme sociali, Lei dovrebbe saperlo, si fanno con gradualità per i lavoratori anziani, lo dice anche una sentenza della Corte Costituzionale e precisamente la n.822 del 1988. A tal proposito invitiamo i mezzi di comunicazione a far conoscere la possibilità di presentare, per i lavoratori prossimi alla vecchia pensione, ovvero chi ha raggiunto ora i 35 anni di contributi, una domanda regolare di pensione, e in caso di rifiuto dell’INPS, presentare ricorso legale (perché il suo art.24 è incostituzionale!), per effetto del quale l’Inps soccombente sarà costretta a pagare pensione e cause legali con grave danno delle sue casse e quelle dell’erario. Il Partito Pensionati o famiglia pensionati si mette a disposizione dei lavoratori. W i pensionati, pensionati sveglia! Sig. Ministro, il fatto è, che a pagare politicamente, non sarà Lei ma i partiti tutti, qui rappresentati anche il mio. Quindi devono trovare tutti il coraggio di esodare Lei, per non essere esodati tutti loro.
(W i pensionati, pensionati sveglia!)
on. Lino Miserotti